Service MK Onlus

MK Onlus

I LIONS ITALIANI CONTRO LE MALATTIE KILLER DEI BAMBINI

SERVICE NAZIONALE 2021-2022

DESCRIZIONE

Grazie alla campagna “Una cena in meno” lanciata dalla rivista “Lion” e l’adesione di circa 450 club è nato il service che nel 2007 si è costituito in Onlus e che oggi opera in quel paese in collaborazione con i lions locali sulla base di convenzioni sottoscritte con i Ministeri della Salute, delle Politiche sociali, dell’Agricoltura e dell’Acqua e, dallo scorso anno con il neonato distretto autonomo 403°3 del Burkina Faso.
Nel 2008 al Congresso nazionale di Caorle il service “Lotta alla mortalità infantile” venne votato a larga maggioranza come service di rilevanza nazionale.
In 13 anni sono stati investiti a favore dei bambini e della popola­zione più povera oltre 2,5 milioni di euro che hanno permesso la costruzione di 62 pozzi in villaggi e scuole privi di acqua potabile, forniture di viveri ai CREN (Centri per la cura dei bambini malnutriti)per 3.000 bambini, assistenza a 7 orfanatrofi, 437.000 vaccinazioni contro la meningite, campagne per la vista, missioni medico sa­nitarie, borse di studio in Italia per medici burkinabé, lotta all’analfabetismo, formazione e interventi per nuove strutture

Dopo il riconoscimento di ONG da parte del governo de Burkina Faso non si può più parlare di attività di collaborazione e di partenariato, ma di regolare attività di cooperazione internazionale, di concreto sviluppo di progetti di orticoltura, di imprenditorialità locali, della cultura e della sanità.
Coinvolgendo i Lions e i Leo italiani e burkinabè (51 Club Lions e oltre 30 Leo) aiuteremo il sorgere di nuovi e più impegnativi service, ben consci del ruolo di sussidiarietà che ci lega alle istituzioni del Paese.
Con la campagna triennale “Vivi il tuo Paese” coinvolgiamo e diamo responsabilità ai Lions e a, i Leo così da attivare i comitati dei villaggi, già beneficiari degli interventi di MK (pozzi e orti), mediante borse di studio, start up, microcredito e assistenza formativa ed organizzativa.
La prima concreta sperimentazione riguarda i 10 orti di villaggio ,di uno o due ettari, dotati dell’impianto d’irrigazione goccia a goccia che, dopo la costituzione di cooperative di giovani donne e giovani uomini, permetteranno una concreta crescita del villaggio. Dove manca l’acqua, manca la vita: grazie ai pozzi è possibile realizzare misure di prevenzione sanitaria, migliorare la produzione di ortaggi, usufruire di una alimentazione differenziata e avere la possibilità di vendere le eccedenze produttive per ottenere un reddito ne­cessario per l’istruzione e per le cure sanitarie dei bambini. Inoltre, l’acqua dà ai giovani la possibilità di iniziare nei loro villaggi un’attività imprenditoriale che dia un reddito, seppure minimo, inducendoli a rimanere nella loro terra (Progetto “Vivi il tuo paese” di MK con i Lions e i Leo) e ad acquistare, grazie al microcredito, attrezzature e sementi, dando così inizio ad una spirale virtuosa che porta benefici a tutta la popolazione locale. Pertanto, l’obiettivo finale non è solo donare il pozzo, ma contribuire a far concepire la vita in maniera diversa e produttiva.
In tal modo si dà supporto e cooperazione alle comunità dando maggiore efficienza sociale ed economica, indispensabile per un cambiamento positivo, sostenuto anche con l’accesso al microcredito a sostegno degli investimenti.

Le attività vanno avanti ogni anno con fervore e con l’adesione di numerosi club , in Italia e Burkina Faso.
Anche nel nostro distretto, tanti soci hanno impiegato le loro energie per lavorare sodo in questa direzione : portare un messaggio di speranza a questo continente, per alcuni dimenticato e per altri in un certo modo sfruttato nelle risorse.
Cito la lion Leda Schirinzi di Casarano e il lion Roberto Lupo
A ciò si aggiunge il fatto che l’Africa resterà l’area più vulnerabile al “climate change” , anche se produce solo il 4% elle emissioni mondiali di CO2.
Come sappiamo il cambiamento climatico colpisce, nella definizione della Organizzazione delle Nazioni Unite, i c.d “determinanti sociali della salute”: aria pulita, acqua potabile sicura, cibo sufficiente e un riparo sicuro. E ciò in Africa è sempre un problema quotidiano.
Per questo motivi “MK ON lus” , fin dalle sue origini ha attenzionato queste problematiche, in particolare le catastrofi, le malattie soprattutto trasmissibili, l’alimentazione e la salute mentale, come ambiti di prioritario intervento.
Teniamo presente che il continente è in transizione epidemiologica .Lentamente , malattie non trasmissibili com l’ipertensione,il diabete o asma , premono sui sistemi sanitari più di quanto abbiano fatto fino ad ora lemalattie infettive o trasmessse da vettori, come malaria e dengue, ove il cambiamento climatico incide su entrambe
Perciò l’impegno di MK On lus è anche quello di proporre e attivare nuovi sistemi di sorveglianza e cura, che siano sostenibili, resilienti e specializzati.
Agire sul cambiamento climatico non significa solo aiutare i piu fragili, principio lionistico prioritario , ma migliorare la salute di tutti a livello globale
Davanti ad una emergenza globale ,l’unica risposta possibile deve essere globale. L’Africa non puo restare esclusa.
Nel Distretto 108 Ab nell’anno in corso è attivo uno staff che partecipa ad incontri , alle iniziative di MK nazionali.
Inoltre sono elaborate linee guida di intervento e sensibilizzazione , con il supporto di associazioni del territorio, per rinnovare il messaggio di MK On lus., prevedendo iniziative di formazione anche i tema di cooperazione internazionale e di progettazione sociale
Il DO Giuseppe Pulito del Lions Club Martina Franca Host, medico pediatra, ha all’attivo questo tipo di formazione , professionale e di tipo culturale in tema di cooperazione internazionale e di progettazione sociale .
Insieme alle valenti competenze dei referenti circoscrizionali lion Paola Maria Rizzo (Lecce) , da sempre impegnata nella progettazione e iniziative multiculturali , della lion Feliciana Florio (Foggia),impegnata nel settore della formazione scolastica , del lion Claudio Pagliara medico oncologo con pregressa esperienza nel continente e della lion Maddalena Raguseo , attenta alle dinamiche socio economiche dell’Africa, si sforza di proporre il contributo del nostro distretto in altre sedi lionistiche
Nel mese di gennaio 2022 abbiamo raccolto l’invito del direttivo nazionale, che ha felicemente sposato l’idea di un mini corso di “Sicurezza Stradale e viabilità in BF “,vista l’alta incidenza di incidente e mortalità e causa di disabilità che spesso restano sommerse..
Cio al fine di permettere l’elaborazione di linee guida, da condividere con i referenti locali in BF edi quanti vorranno , e che vedrà la partecipazione di esperti del settore quali il lion Ing.Vitantonio Coriolano del LC Martina Franca Host e di esperti nazionali del settore.
Prossimamente inoltre partirà la raccolta fondi e la collaborazione con i Leo Club italiani per iniziative condivise.

LINK

Social Share: